Controllo Con Liquidi Penetranti

I Liquidi Penetranti sono un metodo non distruttivo per il controllo superficiale di integrità di componenti realizzai in materiale ferromagnetico o diamagnetico. Sfruttando il principio della capillarità di alcuni liquidi possono essere utilizzati sia a contrasto di colore, sia fluorescenti aumentandone la sensibilità di controllo.
Il metodo è pratico, di facile utilizzo e molto diffuso in tutti i settori dell’industria, permettendo di rilevare varie tipologie di indicazioni aperte in superficie.

Controllo Con Particelle Magnetiche

Il Controllo con particelle magnetiche (controllo magnetoscopico, anche detto semplicemente controllo magnetico) è un tipo di controllo non distruttivo utilizzato per la ricerca di indicazioni superficiali e subsuperficiali in componenti ferromagnetici. Si basa sull’attrazione di particelle ferromagnetiche e disperse in liquido (sospensione) attratte dal campo magnetico introdotto nel componente in esame in prossimità delle eventuali indicazioni o discontinuità. Le particelle magnetiche possono avere una pigmentazione fluorescente (quindi visibile in ambiente oscurato tramite lampada a raggi UV) od a contrasto di colore (visibili quindi con luce bianca ambientale). Essa consiste nella magnetizzazione del pezzo: in corrispondenza di indicazioni si manifesta una deviazione delle linee di forza magnetiche verso l’esterno formando così un flusso disperso e una concentrazione delle linee di flusso stesse. Applicando al componente le polveri magnetiche, sia a secco sia in sospensione liquida, vengono a disporsi nell’intorno dell’indicazione. L’accumulo localizzato delle polveri consente la rilevazione visiva della stessa.

Contatta agente di zona